Piano Triennale Digitale

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

1. Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) è il documento di indirizzo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per il lancio di una strategia complessiva di innovazione della scuola italiana per un nuovo posizionamento del suo sitema educativo nell’era digitale.
E’ un pilastro fondamentale della Legge 107/2015 che persegue l’innovazione del sistema scolastico e le opportunità dell’educazione digitale.
Il Piano è strutturato su quattro nuclei fondamentali: STRUMENTI, COMPETENZE E CONTENUTI, FORMAZIONE, ACCOMPAGNAMENTO

 STRUMENTI: sono le condizioni che abilitano le opportunità della società dell’informazione e mettono le scuole nelle condizioni di praticarle (accesso, qualità degli spazi e degli ambienti di apprendimento, identità digitale e amministrazione digitale)
 ACCESSO: favorire l’accesso e la connessione attraverso fibra ottica, connettività e cablagggio interno delle scuole.
 SPAZI E AMBIENTI PER L’APPRENDIMENTO: coniugare la crescente disponibilità di tecnologie a competenze abilitanti. Creare ambienti di apprendimento che facilitino apprendimenti attivi e laboratoriali. Sviluppare nuovi modelli di interazione didattica che utilizzino la tecnologia.
 AMMINISTRAZIONE DIGITALE: gestione dell’organizzazione scolastica e rafforzamento di servizi digitali innovativi sul territorio
 IDENTITA’ DIGITALE: dare un profilo digitale ad ogni persona della scuola.

2. COMPETENZE DEGLI STUDENTI: rafforzare le competenze relative alla comprensione e alla produzione di contenuti complessi e articolati, anche all’interno dell’universo comunicativo digitale; lavorare sull’alfabetizzazione informativa e digitale; mettere al centro il ruolo dell’informazione e dei dati nello sviluppo di una società interconnessa basata sulle conoscenze e sull’informazione; costruire rapporti tra creatività digitale e artigianato, tra imprenditorialità digitale, manifattura e lavoro; introdurre al pensiero logico e computazionale e familiarizzare con gli aspetti operativi delle tecnologie informatiche; portare ad essere utenti consapevoli di ambienti e strumenti digitali, ma anche produttori, creatori, progettisti. I docenti in questo processo sono facilitatori di percorsi didattici innovativi.

DIGITALE, IMPRENDITORIALITA’ E LAVORO: sviluppo delle competenze trasversali: problem solving, pensiero laterale e capacità di apprendere.

 CONTENUTI DIGITALI: creare le giuste condizioni, sia tecniche che di accesso, per cui i contenuti digitali passino da eccezione a regola nella scuola

3. FORMAZIONE DEL PERSONALE: centrata sull’innovazione didattica, tenendo conto delle tecnologie digitali come sostegno per la realizzazione di nuovi paradigmi educativi e la progettazione operativa delle attività. L’obiettivo è quello di passare da una scuola della trasmissione a quella dell’apprendimento.

4. ACCOMPAGNAMENTO: si attua attraverso la nomina di un ANIMATORE DIGITALE in ogni Istituto, la formazione interna, il coinvolgimento della comunità scolastica, la creazione di soluzioni innovative.

AZIONI INTRAPRESE DALLA SCUOLA:

Fondi Strutturali Europei – Programma Operativo Nazionale “Per la Scuola – competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020

Nomina nel ruolo di Animatore Digitale: docente Masella Tiziana

Predisposizione da parte dell’A.D. di un questionario per individuare le aree inerenti alla didattica multimediale di maggiore interesse per i docenti dell’Istituto

Per il triennio 2016-18 è stato predisposto il seguente piano per l'area della formazione e accompagnamento:

PRIMA ANNUALITÀ

Area formazione e accompagnamento

Partecipare alla formazione specifica per Animatore

Digitale

Partecipazione alla comunità di pratica

Sostenere l’uso di strumenti e l’adozione di risorse

digitali

Servizio di sportello permanente di assistenza

Diffondere metodologie e processi di didattica attiva e collaborativa

Utilizzo di ambienti cloud e di strumenti

collaborativi in rete

Implementare la strumentazione informatica

Partecipazione ad avvisi FSE-FESR

Formare il personale

Utilizzo di tutorial su tematiche inerenti il digitale

Utilizzare modelli e strumenti per il monitoraggio degli

interventi, la rendicontazione e il miglioramento continuo

Predisposizione di modelli e risorse digitali per il

monitoraggio delle azioni e la diffusione dei dati

SECONDA ANNUALITÀ

Area formazione ed accompagnamento

Sostenere l’uso di strumenti e l’adozione di risorse

digitali

Mantenimento di sportello permanente di

assistenza

Creare una gallery del Piano Scuola Digitale

d’Istituto sul sito

Apertura gallery Piano Scuola Digitale sul sito della

scuola

Condividere metodologie e processi di didattica

attiva e collaborativa

Utilizzo di ambienti cloud e strumenti collaborativi in

rete

Sperimentare metodologie e processi di didattica attiva e collaborativa

Realizzazione di ambienti di apprendimento per la didattica digitale integrata con l’utilizzo di nuove metodologie e strumenti (cooperative learning,

flipped classroom, Fidenia, Edmodo,...);

Peer education per l’utilizzo e la documentazione di

contenuti digitali nella didattica quotidiana

Implementare la strumentazione tecnologica

Partecipazione ad avvisi FSE-FESR

Promuovere l’utilizzo di dispositivi digitali personali

a scuola (BYOD)

Diffusione delle linee guida per l’integrazione dei

dispositivi personali nella didattica tra docenti, genitori e alunni

Formare il personale

Utilizzo di tutorial sul digitale a favore di docenti e studenti

Monitorare le azioni previste per l’attuazione del

PNSD

Rilevazione delle competenze (digitali e non)

acquisite nella didattica innovativa

TERZA ANNUALITÀ

Area formazione ed accompagnamento

Sostenere l’uso di strumenti e l’adozione di risorse

digitali

Assistenza e collaborazione per il digitale

Aggiornare la gallery del PNSD sul sito d’Istituto

Arricchimento della gallery Piano Scuola Digitale

nel sito della scuola

Condividere metodologie e processi di didattica

attiva e collaborativa

Utilizzo di ambienti cloud e strumenti collaborativi in

rete

Sperimentare e diffondere metodologie e processi di didattica attiva e collaborativa

Implementazione di ambienti di apprendimento per la didattica digitale integrata con l’utilizzo di nuove metodologie e strumenti (cooperative learning,

flipped classroom Fidenia, Edmodo, …);

Peer education per l’utilizzo di contenuti digitali

nella didattica quotidiana e la documentazione delle esperienze

Implementare la disponibilità di strumentazione

tecnologica

Partecipazione ad avvisi FSE-FESR

Integrare nella pratica didattica quotidiana i

dispositivi digitali personali (BYOD)

Applicazione delle linee guida per l’integrazione dei

dispositivi personali nella didattica

Formare e aggiornare i docenti

Formazione docenti per:

-produzione di contenuti digitali anche con l’utilizzo

del software notebook

-profilo digitale del docente

Verificare la validità dei modelli e strumenti usati

per il monitoraggio degli interventi e la rendicontazione

Diffusione dell’utilizzo di modelli e strumenti digitali

di monitoraggio

Monitorare il livello di sviluppo delle azioni previste

dal PNSD

Rilevazione del livello di competenze (digitali e non)

acquisite per lo sviluppo della didattica innovativa e diffusione dei risultati.

 

 


Allegati

Non sono presenti allegati in questa pagina

Contatti

Contatore visite